A proposito di questa ricetta

Un grazie veramente speciale alla mia amica Nefeli e alla sua mamma (che affittano delle stupende case a Kytnos, nelle Cicladi- Liotrivi House) che mi hanno spiegato passo passo la ricetta della pasta fillo e della spanakopita. Senza di loro avrei continuato a pensare che fare questa meraviglia
in casa sarebbe stato impossibile, invece…

La mamma di Nefeli mi ha spiegato che se si hanno degli spinaci freschi molto teneri, invece
di rosolarli con le cipolle, si possono sfregare tra
i polpastrelli delle mani con un pizzico di sale e poi aggiungerli solo all’ultimo nella padella per dare loro solo un tocco di sapore.

Un’altra piccola particolarità di questa torta salata è che nell’impasto per addensarlo si usa il couscous crudo: in realtà il prodotto originale si chiama Trahana (facilissimo da trovare in tutti i supermercati in Grecia, poco conosciuto in Italia). A vederlo sembra proprio come un couscous, secco e granuloso, in realtà è prodotto con grano duro a cui è mescolato, a seconda delle ricette, latte, latticello, burro o yogurt. È un prodotto che si trova in tutta la cucina dei Balcani e del Medio Oriente. Se lo trovate, vi consiglio di provarlo, perché dà un tocco leggermente acidulo alla farcitura che ben si abbina agli altri ingredienti.

Ovviamente, se non avete voglia di preparare la pasta fillo, potete tranquillamente acquistarla già pronta, ce ne vorrà circa una confezione: 4-3 fogli come base, 3 fogli sopra. In questo caso incidete la superficie dell’ultimo strato di pasta a spicchi, ma non bucherellatela con la forchetta.

 

Ingredienti

  • una dose di pasta fillo
  • 500 g di spinaci freschi
  • 4 cipollotti
  • 1 cipolla
  • 1 porro
  • 200 g di feta
  • 50 g di formaggio tipo olandese
  • 1 uovo
  • 1 mazzo di aneto
  • 1 rametto di cerfoglio
  • una manciata di couscous o pangrattato
  • paprica dolce
  • latte per spennellare
  • olio extravergine di oliva
  • sale, pepe

portate

8

Preparazione

30 minuti

Cottura

1 ora

Difficoltà

media

Procedimento

Lavate gli spinaci, sgrondateli bene e spezzettateli. Sbucciate cipollotti, cipolla e porro, tagliateli a rondelle sottili e fateli rosolare in una grossa padella a fuoco basso. Quando saranno morbidi, aggiungete gli spinaci, salate leggermente e fate cuocere per circa 15 minuti. Lasciate raffreddare il tutto, poi trasferitelo in una terrina e aggiungete la feta sbriciolata, il formaggio olandese grattugiato, le erbe aromatiche tritate, l’uovo, un po’
di paprica e una macinata di pepe.

Mescolate il tutto formando un composto omogeneo.
Se per caso risultasse troppo liquido, aggiungete una manciata di cous cous (crudo) o pangrattato.

Preparate la pasta fillo in 7-8 fogli sottili, prendete un primo foglio di pasta e adagiatelo in una teglia rotonda
di 33 cm di diametro circa. Lasciate sbordare la pasta sui bordi.

Spennellatelo abbondantemente di olio aiutandovi con un pennello da cucina. Stendetevi sopra delicatamente un altro foglio e ungete anche questo. Proseguite impilando 3-4 fogli per la base, spennellandoli ogni volta di olio.

Farcite la base di pasta con il ripieno di spinaci e formaggio lasciando circa un dito di bordo vuoto.

Adagiatevi sopra un altro foglio di pasta fillo e spennellatelo di olio. Proseguite a strati terminando
tutti i fogli preparati e spennellandoli man mano di olio.

Saldate i bordi della base con quelli della parte sopra formando un cordoncino lungo tutto il bordo della spanakopita.

Spennellate la superficie di latte o olio e incidete la pasta a spicchi o bucherellatela con i rebbi di una forchetta. Infornate a 180° per circa 1 ora.

Step by step

Seguimi anche su…

Instagram

Pinterest

Temporary Bread Blog

Temporary Bread Blog logo

Panini al latte

Il pane per tutti, tutti per il pane
Il sito di cucina temporaryBreadblog ti sta aspettando

Pin It on Pinterest

Share This