Rosse, dolci, succose… forse basterebbe così per descrivere le fragole, ma possiamo spingerci un po’ oltre. Maturano tra aprile e maggio, il primo frutto tra quelli di bosco a regalarci tutta la sua bontà. Ce ne sono tantissime varietà, più grosse e allungate, più piccole e tondeggianti, ma si preparano tutte nello stesso modo.

Lavatele velocemente sotto l’acqua corrente con ancora il picciolo attaccato in modo tale che non rischino di inzupparsi troppo d’acqua, poi asciugatele velocemente con carta da cucina e a seconda dell’uso che dovete farne procedete nel seguente modo.

Se le gustate con zucchero e limone, prelevate il picciolo verde con tutte le foglioline facendo una piccola incisione a cono sotto la parte verde nella polpa, poi tagliatele a metà o in quarti a seconda della grandezza. Spolverizzatele di zucchero e spruzzatele con il succo di limone o di lime. Questo tipo di taglio va bene anche per una macedonia mista. Se le servite ad esempio in un buffet (sia per un aperitivo che a fine pasto) lasciatele intere anche con il picciolo, più che altro per una questione estetica. Se volete invece intingerle nel cioccolato fuso, lasciatele intere, ma togliete il picciolo e infilzatele su dei lunghi stecchini di legno. Potete farlo voi e lasciarle asciugare su un foglio di carta da forno, oppure portare in tavola il cioccolato fuso all’ultimo momento (che però dovrete tenere caldo con un fornellino sotto o in una ciotola a bagnomaria con acqua calda) e farle intingere direttamente ai vostri ospiti.

Se volete accompagnare un dolce con un coulis di fragole, vi basterà frullarle, passarle al setaccio per eliminare i semi e unire un po’ di zucchero a velo e qualche goccia di succo di limone. Facile e di sicuro successo.

Ovviamente le fragole sono perfette per le confetture; provate ad aggiungere un paio di foglie di basilico ogni kg di fragole, vedrete come ne esalteranno il sapore. Coltivarle è abbastanza semplice, anche sul balcone di casa, ricordatevi però che sono una pianta infestante, quindi in poco tempo potreste trovarvi invasi dalle fragole… non male!

Pin It on Pinterest

Share This